Category

Territorio

Meteo Jenne, agosto arriva con il beltempo. Tanto sole e caldo gradevole nel bellissimo borgo

By | Territorio | No Comments

Jenne – Il caldo intenso, quello serio si farà sentire già dalla giornata odierna. Ma sono in arrivo, stando alle previsioni meteo a Jenne sta per arrivare , una decade che apre il mese di agosto per eccellenza ideale nelle vacanze all’insegna del beltempo  e di temperature massime che sfioreranno i 40 gradi. L’aria sarà dunque piuttosto calda. Un motivo per trascorrere qualche giorno al fresco del bellissimo borgo, che offre ricettività, tante iniziative ed accoglienza. Le temperature minime si attesteranno intorno ai 16 gradi, mentre le massime arriveranno anche a 30 -31 gradi. In città l’afa si farà sentire con massime che sono destinate ad aumentare sensibilmente con afa e senso di disagio, motivo per cui val bene l’occasione di venire a Jenne.

Consigliato: Il Lescuso, una oasi di pace e relax 

Turismo nei borghi a piedi da Roma a Pescasseroli, prima tappa a Jenne l’8 agosto

By | Territorio | No Comments

Jenne – Una vacanza sicuramente unica ed originale, ma soprattutto molto interessante sotto il profilo della cultura e della valorizzazione ambientale. E così la realtà di Jenne è stata scelta come una delle sei tappe del percorso che un gruppo di amici di Roma (Sara, Federico, Claudia e Ludo)  intraprenderà dal 3 al 13 agosto 2018 prossimo. Un cammino naturale, nato dall’idea di fare una vacanza interamente a piedi con lo zaino in spalla partendo direttamente dalla capitale romana.

La Roma -Pescasseroli a piedi è dunque strutturata in 6 tappe del cammino naturale dei parchi e 5 tappe della via dei lupi. “L’8 agosto – spiegano gli organizzatori in una nota inviataci – saremmo a Jenne, alloggeremo presso il B&b il Lescuso, e ci farebbe piacere incontrare qualcuno del posto. Anche perchè l’intento di questa vacanza è anche quella di promuovere questo cammino e far conoscere i luoghi che attraversa affinchè sempre più persone possano scegliere il passo lento per conoscere e vivere i meravigliosi posti (alcuni ancora poco conosciuti) di questo nostro territorio. ” Questo il link dell’evento postato su facebook.  

Saremo dunque ben lieti di incontrare questo gruppo e rappresentare la loro esperienza!

Via della Transumanza Anzio – Jenne, presentato il progetto dell’antica via

By | Territorio | No Comments

E’ stato recentemente presentato, a Jenne, il Progetto “Via della Transumanza Anzio – Jenne” un’antica via, da sempre utilizzata per la Transumanza, che ogni anno portava i pastori della zona a trasferire il proprio bestiame da Anzio a Jenne.
Un percorso fatto di bellezze naturalistiche ma anche di buoni cibi, come gli ‘Ndremmappi di Jenne il piatto tradizionale che mangiavano i pastori nei loro spostamenti, una pasta semplice fatta con pasta di grani rustici, sugo di pomodoro e alici sotto sale.
Il percorso può essere inserito nel Catasto dei Cammini della Regione Lazio, oltre il valore storico, interessa zone di elevato pregio ambientalistico attraversando la tenuta di Torrecchia Vecchia, il Monumento Naturale Lago di Giulianello, la “Selva di Paliano” giungendo all’interno del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini.

All’incontro hanno partecipato le amministrazioni di Anzio, quella di Nettuno, quella dell’Ente Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruni, sono alcuni dei partecipanti. Il protocollo che è stato discusso  prevede la valorizzazione del percorso che un tempo seguivano i pastori e che collegava i due Comuni conducendo alle zone di pascolo e coltivazione presenti nelle ex paludi pontine. L’itinerario interessa zone di particolare pregio ambientale quali il territorio del monumento naturale di Torrecchia Vecchia, tra Cisterna e Cori, il lago di Giulianello, la Selva di Paliano in Ciociaria e il Parco dei Monti Simbruini. Caratteristica di questo percorso è l’intersezione con due tratti della Via Francigena del Sud che interessano anche il comune di Latina. Il protocollo è stato stilato ai sensi della Legge regionale n.2/2017 che disciplina la promozione e la valorizzazione della Rete dei Cammini della Regione Lazio, costituita da percorsi storici, sentieri e mulattiere presenti sul territorio da almeno cento anni. All’intesa hanno aderito, oltre ai Comuni di Latina, Anzio e Jenne, la città metropolitana di Roma, le province di Latina e Frosinone e i comuni di Nettuno, Aprilia, Cisterna, Cori, Artena, Colleferro, Paliano, Serrone e Arcinazzo Romano. L’impegno di tutti i Sindaci presenti, riveste un’importanza decisiva per l’iscrizione del progetto al Forum istituito presso l’Agenzia Regionale e inserito nella legge per la realizzazione, manutenzione, gestione, promozione e valorizzazione della rete dei Cammini della Regione Lazio. Al Forum è assegnato il compito di verificare lo stato della RCL, elaborare proposte di interventi e proporre l’inserimento di nuovi tracciati. Importante l’intervento del Sindaco di Trevi Nel Lazio Silvio Grazioli, che ha ripercorso in modo attento e minuzioso il percorso della via della transumanza, evidenziandone l’aspetto storico, come già ben chiarito nel suo libro “Civiltà contadina a Trevi e nell’alta Valle dell’Aniene”. Altrettanto costruttivo l’intervento del Sindaco di Piglio Mario Felli, che ne ha evidenziato le potenzialità in tema di turismo ambientale, essendo un percorso che se ben curato, attrezzato e pubblicizza

Papa Alessandro IV da Jenne, e l’irrisolto mistero della tomba pontificale

By | Territorio | No Comments

E’ un mistero irrisolto, quello relativo alla tomba del centottantunesimo Pontefice della Sancta Romana Ecclesiae Alessandro IV, (epoca 1254-1261)  che ebbe i natali presso il suggestivo borgo di Jenne nell’anno 1199.

La Chiesa dedicata alla Madonna della Rocca costituisce l’unico resto del Castello dove nacque Papa Alessandro IV in una posizione dominante sulla vallata  dell’Aniene.

La storia di Rinaldo dei Signori di Jenne vissuto per 62 anni in terra porta con sè il fascino, ma anche le contraddizioni e le pressioni che le famiglie d’alto rango nobiliare esercitavano in quelle epoche sulla Chiesa Cattolica. Ricerche storiche hanno evidenziato la discendenza del Papa figlio di Filippo II Signore di Jenne. Nel 1235 venne consacrato vescovo ma per l’alto prelato jennesino non fu certo una carriera sfociata al grado più alto senza insidie.  Il Medioevo Italiano, ben lontano dalle logiche degli Stati moderni e sovrani del Seicento,  subiva pressioni  nobiliari che condizionavano le politiche pubbliche con forti influenze sulla Chiesa

Papa Alessandro IV  era legatissimo ai Baroni romani e dunque ebbe a costituire una vero e proprio legame, all’interno della chiesa di Roma con riferimento  nobiliare.  L’elezione di Alessandro IV non era affatto casuale e dunque ebbe un peso anche la sua provenienza familiare e jennesina.

Fu proprio Rinaldo di Jenne a  trasferire la sede papale a Viterbo destinata a diventare dal 1257, la città dei Papi. Alessandro IV passerà a miglior vita nel 1261 e da allora la sua tomba non è stata mai più ritrovata.

Nei secoli successivi alla sua morte sono stati effettuati diversi tentativi di ricerca ma ad oggi nessuno è stato in grado di risolvere questo mistero. Gli ultimi tentativi risalgono alla fine del XIX secolo, anch’essi rimasti senza esito dal momento che «fu imposto di sospendere le ricerche per mancanza di fondi, secondo quanto riportato da un manoscritto rinvenuto presso l’ Archivio della Cattedrale di Viterbo.

Nei primi anni 2000, a distanza di oltre 750 anni dalla morte, si sono riaperte le ricerche per il ritrovamento della tomba del Pontefice, con un progetto internazionale diretto dall’Istituto “Alessandro IV”, una struttura creata da liberi ricercatori europei al fine di coordinare e dirigere progetti di ricerca scientifica. Ma a tutt’oggi non vi sono state risposte certe. Qualche fake news era circolata il 1° Aprile 2015, nella quale si dava per certo il ritrovamento della tomba del Pontefice avvenuto per iniziativa di una Università svedese. Ancora oggi non si comprende il motivo per il quale si è voluto ironizzare su un argomento così serio che porta con sè storia, cultura, tradizione e fede.