Monthly Archives

febbraio 2020

Lutto a Jenne per la scomparsa della cara Annunziata Flamini

By | Lutto | No Comments

Questa mattina presso l’Ospedale “Cristo Re” in Roma, è venuta a mancare all’affetto dei suoi cari all’età di anni 84 la cara esistenza di

ANNUNZIATA FLAMINI

Lascia la sorella, i nipoti, i parenti e gli amici tutti.

Jenne, 29 febbraio 2020

L’ultimo saluto a Nunziatina è previsto per Lunedì’ 2 Marzo 2020 alle ore 15.30 presso la Chiesa Parrocchiale di Sant’Andrea Apostolo a Jenne.

 

Con Nunziatina scompare un pezzo della storia buona della comunità jennese. E’ stata un punto di riferimento per tantissimi anni con la sua attività storica di ristorazione che ha accolto tante generazioni di visitatori arrivati a Jenne da ogni dove. Una cucina tipicamente locale ed ospitale.

Ai familiari giungano le più sentite condoglianze dell’Amministrazione Comunale.

 

 

Papa Alessandro IV da Jenne, e l’irrisolto mistero della tomba pontificale

By | Territorio | No Comments

E’ un mistero irrisolto, quello relativo alla tomba del centottantunesimo Pontefice della Sancta Romana Ecclesiae Alessandro IV, (epoca 1254-1261)  che ebbe i natali presso il suggestivo borgo di Jenne nell’anno 1199.

La Chiesa dedicata alla Madonna della Rocca costituisce l’unico resto del Castello dove nacque Papa Alessandro IV in una posizione dominante sulla vallata  dell’Aniene.

La storia di Rinaldo dei Signori di Jenne vissuto per 62 anni in terra porta con sè il fascino, ma anche le contraddizioni e le pressioni che le famiglie d’alto rango nobiliare esercitavano in quelle epoche sulla Chiesa Cattolica. Ricerche storiche hanno evidenziato la discendenza del Papa figlio di Filippo II Signore di Jenne. Nel 1235 venne consacrato vescovo ma per l’alto prelato jennesino non fu certo una carriera sfociata al grado più alto senza insidie.  Il Medioevo Italiano, ben lontano dalle logiche degli Stati moderni e sovrani del Seicento,  subiva pressioni  nobiliari che condizionavano le politiche pubbliche con forti influenze sulla Chiesa

Papa Alessandro IV  era legatissimo ai Baroni romani e dunque ebbe a costituire una vero e proprio legame, all’interno della chiesa di Roma con riferimento  nobiliare.  L’elezione di Alessandro IV non era affatto casuale e dunque ebbe un peso anche la sua provenienza familiare e jennesina.

Fu proprio Rinaldo di Jenne a  trasferire la sede papale a Viterbo destinata a diventare dal 1257, la città dei Papi. Alessandro IV passerà a miglior vita nel 1261 e da allora la sua tomba non è stata mai più ritrovata.

Nei secoli successivi alla sua morte sono stati effettuati diversi tentativi di ricerca ma ad oggi nessuno è stato in grado di risolvere questo mistero. Gli ultimi tentativi risalgono alla fine del XIX secolo, anch’essi rimasti senza esito dal momento che «fu imposto di sospendere le ricerche per mancanza di fondi, secondo quanto riportato da un manoscritto rinvenuto presso l’ Archivio della Cattedrale di Viterbo.

Nei primi anni 2000, a distanza di oltre 750 anni dalla morte, si sono riaperte le ricerche per il ritrovamento della tomba del Pontefice, con un progetto internazionale diretto dall’Istituto “Alessandro IV”, una struttura creata da liberi ricercatori europei al fine di coordinare e dirigere progetti di ricerca scientifica. Ma a tutt’oggi non vi sono state risposte certe. Qualche fake news era circolata il 1° Aprile 2015, nella quale si dava per certo il ritrovamento della tomba del Pontefice avvenuto per iniziativa di una Università svedese. Ancora oggi non si comprende il motivo per il quale si è voluto ironizzare su un argomento così serio che porta con sè storia, cultura, tradizione e fede.

Al via il rilancio degli alti Simbruini: associazione di comuni per Camerata Nuova, Cervara, Cappadocia, Filettino, Jenne, Trevi e Vallepietra

By | Jenne news | No Comments

Jenne – Arriva un piano strategico congiunto per affrontare le sfide dei prossimi anni, consolidando il sistema istituzionale e guardando alla crescita, al benessere collettivo e allo sviluppo del territorio: a metterlo nero su bianco i sindaci dei Comuni di Camerata Nuova, Cervara, Cappadocia, Filettino, Jenne, Trevi nel Lazio e Vallepietra che  hanno sottoscritto l’atto di costituzione dell’associazione dei Comuni, anticipando, di fatto la liquidazione delle comunità montane e le decisioni della giunta regionale del Lazio relativamente ai Comuni che hanno meno di 5000 abitanti.
“L’associazione – spiegano i rappresentanti dei Comuni aderenti – consentirà di fare squadra, avere potere di forza contrattuale maggiore ed essere più incisivi nei rapporti con l’Ente Parco dei Monti Simbruini, che oggi concentra le sue attività esclusivamente su Subiaco, Comune tra l’altro al di fuori del Parco in provincia di Roma”. “E’ importante – aggiungono – tornare a quadrare sulle condizioni di vita e sul nostro stile di vita, quale gente di montagna, attaccata al territorio con ottimi propositi verso il futuro. L’associazione permetterà di presentare importanti progetti all’attenzione delle politiche comunitarie, dove già dal prossimo settennato si potranno reperire risorse riservate alla green-economy, le smart villages, i fondi Horizon e, non ultimo, le SNAI (Strategia Nazionale Aree Interne)”.
Una scelta intelligente e responsabile, per un progetto che intende coinvolgere l’intera comunità dei monti Simbruini, anche attivando percorsi di confronto costruttivo al fine di accogliere indicazioni, aspettative, proposte nelle scelte strategiche in materia di sviluppo locale. Il Sindaco di Jenne Giorgio Pacchiarotti si è ritenuto soddisfatto per l’esito dell’incontro.

Intensa l’attività amministrativa del 2019 a Jenne, le delibere di giunta e di consiglio

By | Jenne news | No Comments

Jenne – Il comune di Jenne chiude il 2019 con un bilancio di attività molto intensa. Tantissime le deliberazioni adottate dalla Giunta Comunale, mole quelle del consiglio che hanno caratterizzato la vita del bellissimo borgo, perla della Valle Aniene.

Di seguito gli elenchi delle deliberazioni:

delibere di consiglio jenne 2019

delibere di giunta jenne 2019