Category

Jenne news

Si torna in classe, trasporto gratuito e mensa a costo ridotto per gli studenti jennesi

By | Jenne news | No Comments

Jenne – Il Sindaco Giorgio Pacchiarotti, il vice sindaco Cristiano Lauri, la giunta e l’amministrazione comunale tutta rivolgono un affettuoso augurio agli studenti jennesi per l’inizio del nuovo anno scolastico 2022 – 2023.

“Dopo un lungo periodo critico dovuto alla pandemia – spiega l’amministrazione – speriamo che i nostri ragazzi e gli operatori scolastici possano svolgere il lavoro di istruzione e formazione con serenità. Noi dal canto nostro facciamo il possibile per supportare gli studenti jennesi, ai quali forniamo gratuitamente il trasporto Jenne-Subiaco ed interveniamo in riduzione del 35% della quota mensa a carico di ciascuno studente versando la percentuale al comune di Subiaco erogatore della mensa scolastica. Un modo per esserci sempre e comunque. Auguri di cuore a tutti.

Giornata del panorama: l’incanto di Jenne perla della Valle Aniene

By | Jenne news | No Comments
Jenne  – Oggi  11 settembre 2022 è la  giornata dedicata ai paesaggi d’Italia. Per celebrarne la bellezza, ma soprattutto per imparare ad osservare l’ambiente che ci circonda. Ritrovare quello sguardo attento e consapevole che permette di entrare in sintonia con i luoghi e comprenderne appieno l’identità storica, culturale, ambientale.
I paesaggi sono preziosi elementi identitari di territori e comunità, oltre a rappresentare un indissolubile intreccio di Natura e Cultura, un’opera collettiva e armonica delle generazioni del passato lasciata in eredità a quelle future.
Jenne con la sua Valle Aniene rappresenta un patrimonio ambientalistico unico da conservare e da apprezzare:
ECCO ALCUNE PANORAMICHE:

La Chiesa di Santa Maria in Arce (Madonna della Rocca) nella storia

By | Jenne news | No Comments

JENNE – Oggi  8 settembre 2022 ricorrenza per la Chiesa di Santa Maria in Arce (nota come Madonna della Rocca) ultimo resto del castello dove nacque Papa Alessandro IV. Una storia affascinante per questo luogo dominante e suggestivo.  Le pareti dell’edificio sono parzialmente affrescate con dipinti del XII secolo. Esigui sono i resti del Castello fatto edificare dall’abate Giovanni V. Del Castello è rimasta solo la chiesetta, che faceva parte inte­grante dell’antica struttura; antica è anche l’immagine in terra cotta della Madonna con il Bambino sulle ginocchia che troneggia sul­l’altare. Per essa la popolazione di Jenne ha avuto da sempre una devo­zione particolare e per il luogo un rispetto sacro, come di attacca­mento alle origini. La chiesetta, che di fatto era l’antica cappella del Castello, è stata ampliata negli anni trenta del secolo scorso. Un pio sacerdote, don Stanislao Fratticci,  facendo leva sulle offerte e sulle prestazioni gratuite della popolazione, l’ampliò ag­giungendovi una nuova ala. La cappella, resa così più spaziosa e capiente, accoglie più comodamente cittadini residenti e non residenti nella festa della Na­tività della Madonna, che si celebra l’8 settembre di ogni anno. La Chiesa della Madonna della Rocca conserva affreschi del XIV secolo.

A Jenne grande attesa per la XXXIV edizione della Sagra degli “Ndremmappi”

By | Jenne news | No Comments

JENNE – La pasta tipica di Jenne, gli “ndremmappi” tornano ancora una volta protagonisti per tradizione e gusto nella perla della Valle Aniene. L’appuntamento è per Sabato 10 Settembre 2022 dalle ore 19.30 in poi presso i giardini pubblici di Piazza Vittorio Emanuele III  per la trentatreesima edizione della Sagra dedicata ad una pasta speciale che delizia da sempre palati di grandi e piccini.

Un evento molto atteso a Jenne in cui si celebra di fatto un aspetto tradizionale caratterizzante organizzato dall’amministrazione comunale, la Pro Loco di Jenne ed il Centro Anziani. Ed ancora una volta le donne jennesi si cimenteranno nella preparazione, rigorosamente a mano della pasta speciale.

Gli “ndremmappi” sono il piatto tipico per eccellenza che si tramanda da generazione in generazione e che caratterizza il borgo di Jenne. La bontà di un prodotto rimasta inalterata nel tempo, l’esaltazione dei sapori autentici e genuini che hanno caratterizzato la vita di tantissime famiglie. Da sempre a Jenne preparare gli ndremmappi è una specie di rituale dove le donne di casa erano e sono tuttora solite cimentarsi con grande passione e dedizione. Passaggi semplici, ingredienti sani per una pasta spessa, scrocchiarella al punto giusto e ruvida per catturare i condimenti. La pasta tipica di Jenne  ha ottenuto il Riconoscimento Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Regione Lazio. L’etimologia della denominazione di questa pasta trae origine dalla ndremmappa, ovvero la farina integrale di grano, macinata nel mulino comunale e impastata con acqua e sale. Ancora oggi, le mani operose ed esperte delle massaie della Pro Loco di Jenne la lavorano in sfoglie sottili, tagliandole a forma di corti bastoncini. Il condimento è semplice: un soffritto di olio e aglio a cui si aggiunge pomodoro e alici… e il piatto è pronto per essere apprezzato. Sabato 8 Settembre conviviale dunque in grande stile in cui oltre alla migliore tradizione culinaria si aggiunge la proverbiale ospitalità di questo bellissimo borgo.

E durante la serata abbinamento speciale con il gusto del “Tortiglione” prodotti d’eccellenza della Forneria di Nonna Mirella.

 

Grande festa di fine estate a Jenne per la Madonna delle Grazie

By | Jenne news | No Comments

JENNE 28 AGO 2022 – Grande festa dal pomeriggio sera a Jenne per celebrare la Madonna delle Grazie. La storica Chiesa si trova proprio all’inizio del bellissimo borgo, e luminarie, convivialità e stare insieme hanno caratterizzato l’ultimo sabato di fine agosto a Jenne. L’organizzazione è stata curata dalla Pro Loco di Jenne in collaborazione con l’Amministrazione comunale.  Un evento riuscitissimo tra tradizione, colori e aggregazione comunitaria.

Questa mattina la Santa Messa sarà celebrata alle ore 11.00 all’interno della suggestiva Chiesetta dal parroco don Pietro.

La Chiesa, di modeste dimensioni presenta una navata centrale ed una laterale. All’interno sono conservati affreschi del XV e XVI secolo, di autore sconosciuto. In particolare, degno di nota un venerato affresco su roccia riproducente la Vergine con il Bambino.

La chiesetta della Madonna delle Grazie, detta anche “Campestre”, con immagine della beata Vergine con il Bambino sulle ginocchia ed un libro nella mano destra, è di forma regolare e si presenta con due navate, una principale a forma di rettangolo, risalente al XVIII sec. ed una laterale, con volte a crocera databile intorno al XIV sec. sede dell’omonima Con­gregazione. La sua facciata, di semplice fattura, è composta da un portone principale e da tre finestrelle laterali. A questa Chiesa fu annesso il Be­neficio semplice della Chiesa parrocchiale di S. Maria del Monte Preclaro con l’unico onere della celebrazione, nel giorno della Visitazione.

 

Jenne tra i primi in graduatoria: arriva lo scuolabus elettrico

By | Jenne news | No Comments

JENNE – Il comune di Jenne è stato classificato tra i primi posti in graduatoria per un importante bando di trasporto e mobilità sostenibile, finalizzato all’acquisto di scuolabus elettrico. 80,629 il punteggio che la commissione giudicante ha assegnato alla sesta posizione per l’amministrazione comunale.

Si tratta – spiega il sindaco Giorgio Pacchiarotti – di un bando pubblicato nello scorso mese di marzo ed improntanto a realizzare forme di mobilità maggiormente sostenibili e ridurre le emissioni climalteranti e l’inquinamento ambientale, nonché di promuovere e favorire il sostenibile sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale dei piccoli Comuni. Con questa assegnazione, dopo la conclusione degli iter burocratici potremo quindi acquistare un mini scuolabus elettrico con possibilità di utilizzo al di fuori degli orari scolastici, anche per ulteriori scopi di servizio di trasporto scolastico e/o di trasporto pubblico locale. Ci siamo peraltro già attivati per avviare l’installazione della colonnina di ricarica elettrica per il funzionamento del mezzo”.  L’iniziativa è stata intrapresa in forma associata con il comune di Vallepietra che usufruirà parimenti di tale servizio. Soddisfazione è stata espressa parimenti anche dal sindaco di Vallepietra Flavio de Santis. 

L’acquisizione della fornitura di mezzi, oggetto del bando  ha trovato copertura finanziaria nelle DGR n. 957/2021 e n. 157/2021 che prevedono rispettivamente uno stanziamento di € 1.500.00,00 e di € 1.566.866,58 per complessivi € 3.066.866,58.

Il finanziamento destinato ad ogni piccolo Comune e/o aggregazione di piccoli Comuni o unioni di Comuni corrisponderà alla somma necessaria all’acquisto di uno scuolabus elettrico.

La quantificazione delle risorse destinate ai piccoli Comuni, secondo l’ordine di graduatoria, verrà determinata in seguito all’esperimento da parte di ASTRAL della procedura di gara in quanto solo a seguito della suddetta procedura, potrà essere quantificato il finanziamento necessario per l’acquisto di uno scuolabus elettrico.

La graduatoria potrà rimanere valida fino al 28 novembre 2024 e ad essa si potrà attingere qualora in futuro dovessero essere disponibili ulteriori risorse finanziarie.

Le note della Banda di Jenne nel fascino della Piana di Fondi

By | Jenne news | No Comments

JENNE – La festa della montagna è stata celebrata questa mattina presso i suggestivi luoghi della Piana di Fondi a Jenne. La Banda Musicale “Filiberto Massimi”, ha fatto risuonare magicamente le note di stupendi brani che hanno affascinato tutti i presenti.

Al cospetto della Madonna della Montagna è stata celebrata da Don Pietro parroco di Jenne la Santa Messa solenne. La Banda ha accompagnato la celebrazione liturgica ma anche eseguito brani durante il cammino, una esperienza a dir poco stupenda nella perla della Valle Aniene.

 

 

Emozioni, tradizione e fede a Jenne per la festa di San Rocco

By | Jenne news | No Comments

JENNE 17 ago 2022  – E’ stata celebrata ieri la Santa Messa solenne in onore di San Rocco, patrono di Jenne. L’evento intriso di tradizione e fede è stato vissuto con particolari emozioni per il ritorno nella Chiesa di Sant’Andrea Apostolo di Don Gaetano Maria Saccà, già parroco di Jenne. E’ stato lui a presiedere e la sua voce che per tanti anni ha caratterizzato la vita pastorale jennese è tornata a risuonare tra le colonne della suggestiva Chiesa al fianco del parroco attuale don Pietro, nonchè di altri autorevoli prelati presenti per l’occasione.

Don Gaetano venne ordinato sacerdote proprio in questa Chiesa e solo lo scorso anno ha lasciato la guida della comunità per essere trasferito a San Polo dei Cavalieri ove tutt’ora esercita il suo ruolo con particolare apprezzamento dei fedeli sanpolesi.

“La festa di San Rocco – afferma il sindaco Giorgio Pacchiarotti – costituisce una celebrazione identitaria della nostra comunità che si ritrova tutta unita nella tradizione e nella fede ma quest’anno la celebrazione è stata vissuta con particolare emozione proprio per la presenza di don Gaetano”.  Il primo cittadino, nel suo discorso proclamato in Chiesa ha ringraziato di vero cuore Don Gaetano parroco, per l’azione pastorale svolta con particolare dedizione e che ha lasciato il segno. “Tanti anni vissuti insieme – ha spiegato il sindaco – non si cancellano e don Gaetano è parte integrante e sostanziale della nostra storia. Con lui sono state vissute gioie, dolori, soddisfazioni e momenti critici, ed è stato comunque un punto di riferimento indelebile per questa comunità ed ancora oggi gli diciamo grazie di cuore”.

Il vice sindaco Cristiano Lauri ha invece dato lettura di uno scritto appositamente dedicato a don Gaetano e che parimenti ha emozionato tutti. “E’ una grande gioia – ha affermato – averti dietro questo altare. Ormai è trascorso quasi un anno dal tuo trasferimento, don Pietro è entrato nei nostri cuori, ma i tanti anni trascorsi insieme a Jenne non possono certo essere cancellati”. Il vice sindaco ha poi ripercorso importanti fasi della lunga attività ed impegno pastorale profusi da don Gaetano che si è parimenti emozionato.

Vere e proprie ovazioni ed emozioni sono state vissute anche dai numerosi fedeli che hanno assistito alle celebrazioni.

Don Gaetano è stato parroco di Jenne per 27 lunghi anni e anche per lui tornare a celebrare in quella Chiesa è stata sicuramente una forte emozione. Nella sua omelia dedicata per l’appunto a San Rocco, ha tracciato un monito di fede: “Oggi nella memoria di San Rocco, il Signore ci invita a lasciare tutto”.

Il tutto non è quello che abbiamo o quello che possediamo; il tutto è quello strato sottile che volontariamente ci avvolgiamo attorno agli occhi, alla mente, e al nostro cuore….quando esso non è rivolto verso il grido del povero e del sofferente.

Chi sono questi poveri e questi sofferenti?
Quale povertà?… quale sofferenza?…
Ognuno di noi s’ interroghi scrutando e cercando nell’ intimo della propria coscienza….

Allora Pietro prendendo la parola disse:
«Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito; che cosa dunque avremo in cambio?».

E Gesù disse loro: […] “Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna”.
(Matteo 19,27-29)

Jenne festeggia il Patrono San Rocco con la tradizione del “fiore”

By | Jenne news | No Comments

JENNE 16 AGO 2022 – Dopo la suggestiva e partecipata processione di ieri, oggi celebrazione liturgica in grande stile per San Rocco patrono di Jenne. La celebrazione della Santa Messa solenne prevista per le ore 11  sarà presieduta da don Gaetano Maria Saccà, già parroco di Jenne ed ora parroco a San Polo dei Cavalieri. Un ritorno nel borgo per questa importante occasione da lui vissuta per tantissimi anni e con tante generazioni.

Tutte le celebrazioni sono onorate dalla presenza della Confraternita e delle varie associazioni e gruppi locali ed animate dalla Banda  “Massimi” di Jenne.

La tradizione, come noto, vede protagonisti due momenti di forte tradizione popolare-religiosa: nella serata di ieri il Sindaco  Giorgio Pacchiarotti ha conferito l’ insigne compito di custodire e portare in processione il “fiore”.

Quindi viene condotta la statuetta del Santo e il fiore fino alla parrocchiale accompagnati dalla banda, che esegue La Merope , antica marcia di S Rocco.
In serata dopo il vespro, l’amministrazione, riporta la statuetta ed il fiore in comune. E’ un rito in cui che sancisce il reciproco rispetto e riconoscimento tra i ruoli della Chiesa e del Comune, forse retaggio di accordi successivi all’unità d’Italia e viene data lettura della motivazione ufficiale per il conferimento del “fiore”.

Gran concerto del Complesso bandistico “Filiberto Massimi” di Jenne

By | Jenne news | No Comments

JENNE – Gran concerto nel pomeriggio di ieri per lo storico Complesso Bandistico”Filiberto Massimi” di Jenne. Vere e proprie ovazioni sono state tributate dal numeroso pubblico presente che è ancora una volta ha potuto apprezzare la preparazione del gruppo che si è cimentato in un vasto repertorio. La banda a Jenne vanta una storia centenaria, le prime notizie sulla sua costituzione risalgono agli inizi del 900.

Stando alle testimonianze,  era formata di soli ottoni e assomigliava molto ad una fanfara di impronta bersagliesca ma ad interrompere l’attività della fanfara fù la prima guerra Mondiale.
Negli anni ’20- ’30, la banda musicale tra interruzioni e riprese di varia natura era ormai divenuta una realtà sotto la direzione del M° Filiberto Massimi di Jenne, il quale, lavorando con fatica creò nuovi elementi anche di spicco ed ebbe a dirigerla  fino al 1955.
All’emigrazione continua dei giovani per mancanza di lavoro,al calo demografico la banda si sciolse e andò in letargo per circa venti anni.
Negli anni ’70 – ’80 sotto la direzione del M° Giandomenico Fratticci la banda finalmente riprese vigore e raggiunse i massimi livelli oltrepassando i sessanta elementi. I servizi musicali si susseguirono, Subiaco, Tivoli, Nettuno, Roma (a Piazza di Siena ed a San Pietro),Bari sono solamente alcuni dove la banda riceve i massimi consensi. Successivamente a ciò  la Banda è stata diretta per molti anni dal Maestro Giorgio Pacchiarotti, poi divenuto sindaco di Jenne.
Dal 1988 la banda musicale costituisce un’associazione con uno statuto e il nome di “Complesso bandistico Filiberto Massimi”.
Oggi ,il Complesso bandistico gode di discreta salute,sebbene non siano scomparse le difficoltà di sempre. E’formato da circa 40 elementi la maggioranza composta da giovani,grazie anche al rientro di alcuni vecchi elementi , ed è diretta attualmente dal maestro Marco Armeni, che con ammirevole tenacia prosegue ininterrottamente una tradizione, che conta più di un secolo di storia.
Attualmente è in corso un laboratorio musicale frequentato da cinque bambini che vanno dai sette ai dieci anni di età, una bella realtà per un borgo, la perla della Valle Aniene.  che conta circa 450 abitanti.