Category

Territorio

Il parroco di Jenne raduna i suoi compagni di scuola ritrovati on line. Tutti insieme in collegamento per la Santa Messa

By | Territorio | No Comments

Jenne – Dopo tanti anni si ritrovano in forma virtuale ma molto intensa. Cosicchè i compagni di classe del parroco di Jenne don Gaetano Maria Saccà procederanno ad assistere congiuntamente ad una celebrazione liturgica in forma di condividione on line.

Don Gaetano con successo ha ritrovato i suoi compagni di classe del V° B dell’Istituto tecnico commerciale e per geometri di Bova Marina in provinicia di Reggio Calabria. L’anno scolastico è il 1986. I ragazzi si separano e ciascuno, come è normale che sia prende la propria strada. Don Gaetano però in questo momento di emergenza si è messo di buona lena ed è riuscito a ritrovarli quasi tutti. Purtroppo mancano all’appello alcuni compagni che nel contempo sono venuti a mancare. Di qui contatti telefonate ed abbracci rigorosamente virtuali e a distanza, almeno per ora.

E l’appuntamento è per domenica 3 maggio 2020 alle ore 18,00 con la celebrazione eucaristica che il prelato celebrerà a porte chiuse all’interno della sua parrocchia nella Chiesa di Sant’Andrea Apostolo in Jenne.

Saranno presenti via social alla diretta,  oltre i fedeli e gli amici,  anche gli amici ritrovati.

Durante il sacro rito, verranno ricordati i compagni di classe unitamente ai loro insegnanti defunti.
“Ringrazio vivamente  ha affermato – già da ora i compagni che si sono prodigati alla realizzazione dell’evento, alla solerzia di ritrovarsi, mediante gli strumenti social che abbiamo a disposizione.
Nonostante le strade che ci hanno separati gli anni trascorsi, il ricordo e il vivo desiderio di ritrovarci con l’amicizia che ci legava, non sono venuti mai meno.
Imploro su tutti e su ciascuno in particolare, dal SIGNORE RISORTO copiose GRAZIE e BENEDIZIONI dal cielo.
Il collegamento avverrà tramite gli altoparlanti della Chiesa Parrocchiale in FILODIFFUSIONE e attraverso il CANALE FACEBOOK alla pagina di DON GAETANO MARIA SACCA’ alla presenza da remoto delle ss.ll. i professori PAOLO DIENI (Bruzzano Zeffiro); prof. Carmelo Mesiani Mazzacuva (Bova Mariana); prof. Carmelo Cara (Palizzi Marina); I compagni: ERNESTO STELLITANO (Bova Superiore); FRANCESCO SERGI (Palizzi Marina); STILO VINCENZO (Palizzi Marina C.da Gruda); ANTONINO MANTI (Melito Porto Salvo).

Ovviamente si tratta della posa di una pietra che ci auguriamo poi possa trasformarsi dal virtuale al reale e vederli ancora tutti insieme a distanza di tanti anni.

Dunque ad maiora!

Adottate a Jenne le misure di solidarietà alimentare, l’avviso pubblico per accedere ai buoni spesa

By | Territorio | No Comments

Jenne –  In riferimento allo stanziamento di € 5.129,00 è realizzata quali  contributi di cui all’Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 658 del 29/03/2020 (Euro 2.343,82), alla Delibera della Regione Lazio n. 138 del 31/03/2020 (Euro 1.397,31) e al Distretto RM5.4 (Euro 1.387,85), la giunta comunale di Jenne con deliberazione n. 21 del 6 Aprile 2020 ha disposto l’avviso pubblico finalizzato alla erogazione di Buoni spesa per prodotti di prima necessità durante l’emergenza Covid 19.

Nel link sottostante è possibile scaricare il file PDF contenente tutti i dettagli, che vengono comunque riportati integralmente anche come testo

 

Solidarietà alimentare Jenne – Avviso pubblico

 

 

AVVISO PUBBLICO

per l’adozione di

MISURE URGENTI DI SOLIDARIETÀ ALIMENTARE

 

Vista la deliberazione della Giunta Comunale n. 21 in data 06/04/2020, si pubblica il presente avviso pubblico ai fini dell’ammissione al contributo per l’acquisto in buoni spesa di generi alimentari e/o prodotti di prima necessità.

Articolo 1 – Beneficiari

Tutti i cittadini, residenti o domiciliati nel Comune di Jenne, che si reputino più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con le seguenti priorità:

  1. nuclei familiari non assegnatari di sostegno pubblico (es. Reddito di Cittadinanza, Reddito di inclusione, ecc.) che comunque potranno presentare domanda;
  2. nuclei familiari di cui facciano parte minori;
  3. nuclei monogenitoriali (un genitore con uno o più figli a carico) privi di reddito o in situazioni economiche tali da non poter soddisfare i bisogni primari dei minori;
  4. presenza nel nucleo familiare di disabilità permanenti associate a disagio economico;
  5. persone senza reddito;
  6. nuclei familiari con situazioni di patologie che determinano una situazione di disagio socioeconomico;

 

Possono presentare domanda, nel modello allegato al presente avviso, ai fini dell’ammissione al contributo per l’acquisto in buoni spesa di generi alimento e/o prodotti di prima necessità.

Possono altresì presentare domanda i percettori della sola pensione inferiore ad € 700,00 mensili. Tali istanze verranno, tuttavia, valutate insieme a quelle dei soggetti percettori di misure di sostegno al reddito, soltanto qualora al termine della ripartizione effettuata sulla base dell’elenco predisposto dall’Assistente Sociale Comunale secondo i criteri individuati nel presente avviso, residuassero delle somme disponibili.

Articolo 2 – Oggetto del beneficio

La presente iniziativa del valore complessivo di € 5.129,00 è realizzata grazie ai contributi di cui all’Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 658 del 29/03/2020 (Euro 2.343,82), alla Delibera della Regione Lazio n. 138 del 31/03/2020 (Euro 1.397,31) e al Distretto RM5.4 (Euro 1.387,85).

Il contributo da corrispondere a ciascun beneficiario verrà attribuito per una mensilità sulla base della graduatoria elaborata dall’Assistente Sociale Comunale, e sarà così ripartito:

  1. Singoli individui disoccupati: € 150;
  2. Nuclei familiari senza figli: € 200;
  3. Nuclei familiare o monoparentale con un figlio a carico: € 250;
  4. Nuclei familiare o monoparentale con due o più figli a carico: € 300.

 

Le domande pervenute dei soggetti percettori di una pensione inferiore a € 700,00 e dei percettori di misure di sostegno al reddito, saranno valutate in via residuale soltanto qualora rimangano delle somme a disposizione successivamente all’individuazione dei beneficiari sulla base dell’elenco elaborato dall’Assistente Sociale Comunale.

I soggetti di cui al capoverso precedente potranno usufruire di un contributo così determinato:

  1. Una persona € 100,00;
  2. Due persone conviventi € 150,00.

 

L’Amministrazione Comunale si riserva, tuttavia, la possibilità di impegnare ulteriori fondi comunali, qualora i soggetti esclusi dalla graduatoria per esaurimento del fondo a tal fine previsto, risultino comunque ammissibili sulla base dei criteri del presente avviso.

Articolo 3 – Finalizzazione del contributo

Il contributo, rilasciato in buoni, potrà essere utilizzati solo per l’acquisto di prodotti alimentari e/o generi di prima necessità, presso gli esercizi commerciali che avranno aderito alla richiesta dell’Ente, e che saranno pubblicati sul sito istituzionale ed in elenco su ogni buono spesa.

Articolo 4 – Dichiarazioni mendaci

Chi dichiara il falso, oltre ad essere immediatamente escluso dai benefici, verrà denunciato nelle sedi competenti.

Articolo 5 – Presentazione dell’Istanza

L’Istanza andrà presentata esclusivamente con il modello allegato alla presente che potrà essere anche scaricato dal sito istituzionale dell’ente: www.comune.jenne.rm.it .

Qualora impossibilitati a scaricare la domanda online è possibile, segnalandolo al nr. 0774.827601 che la stessa venga recapitata presso l’abitazione del richiedente, da un volontario e/o un dipendente del Comune di Jenne.

L’istanza andrà inviata preferibilmente via mail al seguente indirizzo: comunejenne@libero.it , accompagnata dalla scansione di un documento di identità di chi la presenta e degli ulteriori documenti utili alla gestione della domanda, oppure consegnandola ad un volontario e/o dipendente del Comune di Jenne, previa richiesta al nr. 0774.827601.

Ogni famiglia potrà presentare una sola istanza entro il termine dell’11 aprile 2020.

Informazioni potranno essere richieste alla Dott.ssa Sara Salvatori sempre contattando il numero 0774.827601.

 

Data 07 aprile 2020

Il Sindaco

Giorgio Pacchiarotti

A Jenne tutte le celebrazioni pasquali in filodiffusione dal campanile della Chiesa di Sant’Andrea apostolo

By | Territorio | No Comments

Jenne 06 Apr 2020 –  E’ stato reso noto dal parroco don Gaetano Maria Saccà il calendario con gli orari e le modalità di celebrazione per le varie fasi delle ricorrenze della Santa Pasqua. Dopo la Santa Messa delle Palme, il triduo pasquale e la Santa Messa di Resurrezione per Pasqua.
Tutte le funzioni saranno trasmesse in filodiffusione dal campanile della Chiesa Parrocchiale di Sant’Andrea Apostolo in maniera tale che tutto il borgo possa ascoltare a finestre aperte e pregare insieme divisi ma uniti in un unico comune denominatore: la speranza ed il senso di appartenenza.

Le stesse saranno anche trasmesse in streaming dal profilo fb del parroco e sul gruppo Jenne…Live.

Emergenza Covid 19 – Informativa su rischi ed effetti di sanificazione delle strade cittadine

By | Territorio | No Comments

Jenne 18 Mar 2020 – In questi giorni di piena emergenza si parla molto spesso relativamente all’opportunità di voler/dover procedere ad interventi di sanificazione ambientale per le strade cittadine. Una prassi che in alcuni comuni italiani si è consolidata probabilmente più per mitigare l’informazione ansiogena di questi giorni diramata in tv e nei social media che per gli effetti veri e propri. A Jenne, in particolare, è stato attivato il COC ed è in corso un costante monitoraggio dell’intera situazione. Ma c’è poco da fare: si devono solo rispettare le regole del governo e stare in casa e limitare ogni spostamento ad esigenze realmente indifferibili ed urgenti. Solo questa è la cura. “In riferimento alle varie sollecitazioni che sono pervenute nel merito – spiega il sindaco Giorgio Pacchiarotti – si ritiene di seguire le indicazioni fornite dall’Istituto Superiore di Sanità, che ha diramato specifiche Indicazioni tecniche. “Il sindaco spiega anche che comunque sono stati richiesti preventivi a ditte specializzate per valutare questa evenienza.

L’esame poi della intera situazione, secondo quanto rappresentato dai virologi e non da interpretazioni senza competenze, il coronavirus si trasmette con forme di contatto diretto tra persone, attraverso le goccioline, saliva ecc. Per questo motivo è stata stabilita la distanza minima di un metro tra una persona e l’altra, proprio per scongiurare possibilità di contagi. Il virus inoltre potrebbe essere nelle mani di una persona, motivo per il quale è stata vietata anche la stretta di mano, gli abbracci ed ogni assembramento di qualsivoglia natura. Se la gente sta dentro, dunque, ed osserva le regole il virus non ha modo di potersi diffondere. E dunque l’Istituto Superiore di Sanità è intervenuto proprio su questi interventi forse definiti “eccessi di zelo”, che però oltre a non avere efficacia per uccidere il coronarivurs (che non si trasmette nell’aria), rischiano poi invece di creare altre forme di disagio ai cittadini costretti a stare presso i propri domicili.

Alla luce di quanto sopra il  Consiglio SNPA riunito questa mattina marzo in videoconferenza ha approvato un documento con indicazioni tecniche relativamente agli aspetti ambientali della pulizia degli ambienti esterni e dell’utilizzo di disinfettanti nel quadro dell’emergenza Covid-19 e sue evoluzioni.

In particolare il Consiglio del sistema nazionale a rete per la protezione dell’Ambiente alla presenza del ministro dell’Ambiente Sergio Costa, ha analizzato tra i punti all’ordine del giorno l’analisi della situazione in merito al tema dello spazzamento delle strade.

Infatti, proprio in queste ore l’Istituto Superiore di Sanità ha fornito indicazioni sulla disinfezione delle strade e degli ambienti esterni in genere, confermando l’opportunità di procedere con la pulizia straordinaria delle strade per affrontare l’emergenza sanitaria con prodotti convenzionali. E ha rilevato l’esistenza di informazioni contrastanti circa l’uso di ipoclorito di sodio in maniera massiccia, la cui capacità di distruggere il virus è peraltro tutt’altro che accertata.

Infatti la corsa alle disinfestazioni e sanificazioni pubbliche, rischiano invece di  generare effetti contrari all’efficacia per cui vengono adottati.  Infatti, l’ipoclorito di sodio, sostanza corrosiva per la pelle e dannosa agli occhi, per la disinfezione delle strade è associabile a un aumento di sostanze pericolose nell’ambiente con conseguente possibile esposizione della popolazione e degli animali, e può nuocere alle acque superficiali e a quelle sotterranee.

Cliccare sul link per scaricare il documento pubblicato in data odierna

Indicazioni tecniche

Papa Alessandro IV da Jenne, e l’irrisolto mistero della tomba pontificale

By | Territorio | No Comments

E’ un mistero irrisolto, quello relativo alla tomba del centottantunesimo Pontefice della Sancta Romana Ecclesiae Alessandro IV, (epoca 1254-1261)  che ebbe i natali presso il suggestivo borgo di Jenne nell’anno 1199.

La Chiesa dedicata alla Madonna della Rocca costituisce l’unico resto del Castello dove nacque Papa Alessandro IV in una posizione dominante sulla vallata  dell’Aniene.

La storia di Rinaldo dei Signori di Jenne vissuto per 62 anni in terra porta con sè il fascino, ma anche le contraddizioni e le pressioni che le famiglie d’alto rango nobiliare esercitavano in quelle epoche sulla Chiesa Cattolica. Ricerche storiche hanno evidenziato la discendenza del Papa figlio di Filippo II Signore di Jenne. Nel 1235 venne consacrato vescovo ma per l’alto prelato jennesino non fu certo una carriera sfociata al grado più alto senza insidie.  Il Medioevo Italiano, ben lontano dalle logiche degli Stati moderni e sovrani del Seicento,  subiva pressioni  nobiliari che condizionavano le politiche pubbliche con forti influenze sulla Chiesa

Papa Alessandro IV  era legatissimo ai Baroni romani e dunque ebbe a costituire una vero e proprio legame, all’interno della chiesa di Roma con riferimento  nobiliare.  L’elezione di Alessandro IV non era affatto casuale e dunque ebbe un peso anche la sua provenienza familiare e jennesina.

Fu proprio Rinaldo di Jenne a  trasferire la sede papale a Viterbo destinata a diventare dal 1257, la città dei Papi. Alessandro IV passerà a miglior vita nel 1261 e da allora la sua tomba non è stata mai più ritrovata.

Nei secoli successivi alla sua morte sono stati effettuati diversi tentativi di ricerca ma ad oggi nessuno è stato in grado di risolvere questo mistero. Gli ultimi tentativi risalgono alla fine del XIX secolo, anch’essi rimasti senza esito dal momento che «fu imposto di sospendere le ricerche per mancanza di fondi, secondo quanto riportato da un manoscritto rinvenuto presso l’ Archivio della Cattedrale di Viterbo.

Nei primi anni 2000, a distanza di oltre 750 anni dalla morte, si sono riaperte le ricerche per il ritrovamento della tomba del Pontefice, con un progetto internazionale diretto dall’Istituto “Alessandro IV”, una struttura creata da liberi ricercatori europei al fine di coordinare e dirigere progetti di ricerca scientifica. Ma a tutt’oggi non vi sono state risposte certe. Qualche fake news era circolata il 1° Aprile 2015, nella quale si dava per certo il ritrovamento della tomba del Pontefice avvenuto per iniziativa di una Università svedese. Ancora oggi non si comprende il motivo per il quale si è voluto ironizzare su un argomento così serio che porta con sè storia, cultura, tradizione e fede.

Nei presepi di Jenne rivive la tradizione settecentesca napoletana

By | Territorio | No Comments

Jenne – Un percorso da piazza Vittorio Emanuele e con arrivo fino alla suggestiva Rocca, l’incanto dei Presepi di Jenne quest’anno ha visto il bellissimo borgo protagonista della migliore tradizione napoletana settecentesca. Un percorso artistico che è stato reso ancorpiù suggestivo da una voce narrante che ha accompagnato i visitatori durante tutto il tragitto per arrivare alla Natività.

L’ingresso realizzato sul corso ha conferito alle festività un aspetto suggestivo e per un borgo vestito a festa con la volta stellata.

Il viaggio per i borghi dei Simbruini di Michael Di Cunto: “A Jenne una accoglienza fantastica”

By | Territorio | No Comments

Jenne – Un bel viaggio nei borghi del Parco dei Simbruini, in un racconto suggestivo di zone che hanno molto da trasmettere. Michael Di Cunto, testimonia dunque le bellezze e le caratteristiche di una serie di paesini, tra cui anche Jenne nel quale Michael arriva a documentale al minuto 5 e 58. La descrive come una realtà dall’accoglienza fantastica, dorme con la sua tenda nel cortile della Madonna della Rocca, e poi vive alcuni aspetti e sfumature del borgo perla della Valle Aniene.

Michael ho 23 anni e mi sono appena laureato al Foro Italico in Roma con 110 e lode, ed  ama lo sport e la natura. Ritiene che per avere una vita sana sia l’accoppiata vincente! Il  suo canale youtube invece é stato creato per far conoscere e riscoprire i piccoli borghi d’Italia, attraverso anche il trekking e valorizzare molto di più il turismo lento, quello che  fa apprezzare le piccole cose anziché quello frenetico. Sempre nel rispetto e nella cura della Natura!

Dunque buona visione!

 

Antiche tradizioni, a Jenne rimesso in funzione l’antico mulino tra l’entusiasmo di grandi e piccini

By | Territorio | No Comments

Jenne – L’appuntamento era per le ore 10 e tutti puntuali, grandi e piccini si sono ritrovati nel mulino comunale di Jenne dettà anche “la mòla” al fine di procedere alla riattivazione della stessa con conseguente macinazione autentica del grano. Un tempo questo posto costituiva l’unica fonte di sostentamento della popolazione. E così dopo accurati passaggi sotto l’occhio estasiato dei bimbi, i più esperti hanno ridato vita al culto della farina macinata a vista come un tempo. Ed immediatamente quegli odori si mescolano con i ricordi di epoche passate ormai entrate nel cassetto dei ricordi indelebili degli jennesi. Al termine della macinazione avvenuta con successo una conviviale degustativa di prodotti tipici sempre derivati dalla macinazione del grano. Una giornata istruttiva organizzata in collaborazione tra il Centro Anziani di Jenne, Pro Loco e Amministrazione Comunale.